Bonus Bici Elettrica

La bici elettrica, nota anche come bicicletta a pedalata assistita, si differenzia da quella classica e comune per la presenza di un motore elettrico. Nonostante ciò risulta essere molto silenziosa, non produce alcun tipo di gas inquinante e facilita la pedalata a seconda delle esigenze, adattandosi di conseguenza ad ogni utilizzatore.

Essendosi particolarmente diffusa (soprattutto tra i giovani) negli ultimi anni, portando coloro che la utilizzano a preferirla a qualunque altro mezzo per comodità e praticità, è divenuto possibile acquistarne una grazie al contributo che lo Stato offre in merito. In questo articolo andremo proprio a trattare del bonus bici elettrica e vi spiegheremo nel dettaglio in cosa consiste e come è possibile ottenerlo.

Bonus bici elettrica: cos’è

Il bonus bici elettrica, conosciuto anche come bonus mobilità, è un contributo che lo Stato offre ed il cui valore ammonta ad un massimo di €500; tale cifra corrisponde al 60% della spesa richiesta per l’acquisto di un mezzo di mobilità sostenibile, come in questo caso la bici elettrica. Il bonus permette però di acquistare anche monopattini e segway, in quanto il suo scopo primario consiste nell’incentivare gli individui alla mobilità sostenibile.

La validità dell’incentivo risale al 1 luglio 2020 ed ha effetto anche sui mezzi comprati dal 4 maggio in poi, ma la relativa piattaforma è stata resa pubblica soltanto dal 4 novembre. Immediatamente dopo sono stati venduti più di 600.000 veicoli sostenibili con un totale di fondi pari a 215 milioni di euro. Proprio come si temeva vi è stato un click-day, ragion per cui molti di coloro che desideravano ottenere i fondi ed acquistare la bici sono rimasti senza.

Al seguito di numerose lamentele a riguardo, la piattaforma Buonomobilia.it è stata riattivata dal 9 novembre al 9 dicembre 2020, in cui è possibile unicamente caricare i dati di conferma relativi agli acquisti effettuati tra i 4 maggio ed il 3 novembre che non sono stati rimborsati.

Chi può richiedere il bonus

Il bonus bici elettrica può essere richiesto da tutti i cittadini maggiorenni residenti in un capoluogo di regione, in un capoluogo di provincia, in comuni che presentano un numero di abitanti superiore a 50.000 o in comuni piccoli, ma appartenenti ad una delle 14 città metropolitane: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino e Venezia.

Accedere al bonus è semplice ed è chiaramente specificato. Vediamo di seguito in che modo è possibile farlo mediante bonifico.

  1. Innanzitutto è necessario attivare un’identità digitale SPID.
  2. Di seguito bisogna convertire il proprio documento di acquisto in formato pdf.
  3. Inserire tutti i dati bancari necessari, così da poter ricevere il buono.
  4. Utilizzare il bonus entro i 30 giorni seguenti all’ottenimento.

Come ottenere lo SPID

Una delle soluzioni più rapide per l’ottenimento dello SPID consiste nel visitare il sito Poste.it, inserire i propri dati personali e richiedere lo SPID mediante PosteID. Successivamente sarà sufficiente recarsi in una qualunque posta situata nelle vicinanze della propria abitazione, verificare la propria identità con un documento e con l’SMS ricevuto durante la richiesta di ottenimento dello SPID.

Fasi del bonus mobilità

Sebbene il modo per ottenere il bonus mobilità fosse inizialmente soltanto uno, è stata specificata una sua suddivisione in due fasi di seguito.

  • Fase 1: in questa fase rientrano tutti gli acquisti effettuati dal 4 maggio fino al giorno di lancio della piattaforma. In tal caso il 60% dell’importo che l’acquirente ha versato per acquistare il dispositivo mobile elettrico viene rimborsato dallo Stato.
  • Fase 2: questa fase prevede invece che il compratore versi il 40% dell’importo totale al venditore, il quale sarà poi rimborsato del restante 60% dallo Stato. In questo caso è necessario registrarsi sulla piattaforma, scegliere la bici o il mezzo che si preferisce e generare un buono spesa digitale da consegnare al venditore. La validità di tale fase va dal 4 novembre 2020 al 31 dicembre 2020.

Cosa si può acquistare con il bonus

È stato stabilito che il bonus mobilità potesse essere utilizzato una singola volta nell’anno ricorrente per l’acquisto dei seguenti mezzi:

  • bici tradizionali o elettriche, sia nuove che usate;
  • handbike, sia nuove che usate;
  • monopattini elettrici, sia nuovi che usati;
  • segway, sia nuovi che usati;
  • qualunque veicolo nuovo o usato, impiegato per la mobilità personale e prevalentemente elettrico;
  • veicoli di mobilità condivisa utilizzati individualmente, tranne se autovetture.

Perché acquistare una bici elettrica

La bici elettrica è da sempre considerata una valida alternativa ai mezzi di trasporto pubblici, soprattutto considerando che in commercio vi sono una miriade di modelli differenti tra loro, capaci di adattarsi a qualunque stile di vita, nonché luogo di abitazione.

Questo mezzo di trasporto mobile non solo consente di esercitare meno fatica, ma aiuta persino a risparmiare, in quanto non è previsto alcun pagamento di pedaggio o di parcheggio nel caso di utilizzo in zone a traffico limitato. La bici elettrica è in grado di adattarsi alle esigenze di qualunque individuo, indipendentemente dall’età e dalla forma fisica.

Uno dei suoi cavalli di battaglia è l’autonomia, capace di raggiungere persino i 150 km continui con una singola carica della batteria; il valore varia ovviamente in base a numerosi fattori, tra cui il tipo di strada ed il modello scelto. I vantaggi della bici elettrica consistono nel riuscire a risparmiare tempo evitando le cose, nel mantenersi in forma eseguendo della quotidiana e sana attività fisica, nel salvaguardare l’ambiente, in quanto priva di emissioni inquinanti.

Le migliori bici elettriche da acquistare online

Al di là del fatto che si possegga un bonus per l’acquisto di bici elettriche o meno, è fondamentale scegliere il prodotto più adeguato alle proprie esigenze, preferendo ovviamente l’acquisto online. Vari siti come Amazon offrono spunti di riflessione e vi indicano i modelli migliori presenti sul mercato online al miglior rapporto qualità-prezzo. Nell’elenco che segue vi è una lista delle migliori bici elettriche da acquistare online, nonché di quelle più vendute e recensite. In tal modo potreste facilitarvi la scelta e procedere alla compera del prodotto adatto a voi.

Bestseller No. 1
BATTERIA AL PIOMBO RICARICABILE 12V 14AH CICLICA USO CICLICO PER BICI BICICLETTE ELETTRICHE MONOPATTINI QUAD ELETTRICI TRAZIONE ELETTRICA CONNETTORI FASTON 6,35mm DEEP CYCLE 6-DZM-12 6DZM12
  • Tensione : 12 Volt
  • Capacità : 14 Ah DEEP CYCLE 6-DZM-14
  • DIMENSIONI 151x95x98mm altezza H 95mm Altezza Certificata
  • Ciclico Placche Rinforzate DEEP CYCLE 6-DZM-14 terminali faston 6,3 mm
  • Peso 4,100 Kg
Bestseller No. 3
achilles, Allarme della bicicletta con telecomando, Allarme bici, allarme bicicletta con telecomando, antifurto, nero, 12 x 6 x 6 cm
  • Con l'allarme installato in modo permanente, il ladro viene messo in fuga con un volume di 110 db quando cerca di rubare la moto. L'impostazione della sensibilità del sensore di movimento si basa su test e sull'esperienza del cliente per evitare falsi allarmi e per far scattare un allarme nella giusta situazione. Oltre alla funzione di allarme, vi è anche un fanale posteriore integrato con sensore crepuscolare e una funzione di ricerca ottica e acustica della bicicletta.
  • La luce di coda viene accesa automaticamente da un sensore di movimento. Si attiva al buio e in movimento e si spegne dopo circa 20 secondi senza movimento.
  • La batteria integrata agli ioni di litio con il cavo USB incluso garantisce un funzionamento rispettoso dell'ambiente. Il tempo di funzionamento è di 500 ore in modalità standby e 150 ore in modalità luce di coda.
  • I materiali resistenti alle intemperie e il design a protezione della forma offrono una protezione IP55 contro l'acqua e sono progettati per essere una parte permanente della moto.
  • L'unità è saldamente avvitata alla slitta della sella (3,0-3,5 cm di diametro) con una rondella di gomma. Ciò impedisce lo smontaggio da parte di terzi con intenzioni negative.
Bestseller No. 4
Bestseller No. 5
Bicicletta elettrica FIIDO M1 Pro, mountain bike, bici elettrica da 20''/bici da Unisex Adulto, city bike, fat bike elettrica, batteria da 48 V 12,8 Ah, trasmissione a 7 velocità
  • ✅【Prestazioni forti】 Questa bicicletta pieghevole adulto ​ha di super potenza, pneumatici in gomma da 20 pollici e può guidare in una varietà di condizioni stradali diverse. Guida facilmente fino a una pendenza di 30 gradi. Corsa massima 130km
  • ✅【Facile da piegare e riporre】 Viene utilizzato un telaio pieghevole in lega di alluminio leggero, che può essere rapidamente piegato e facile da riporre. Dimensioni piegate: 96 * 45 * 79 cm. Puoi utilizzare il minimo spazio di archiviazione per riporlo e riporlo facilmente in qualsiasi veicolo. Puoi mettere la bici elettrico ​nel bagagliaio dell'auto
  • ✅【3 modalità di lavoro】 bici elettrica uomo. Modalità pedale, modalità ciclomotore e modalità elettrica pura. Puoi goderti i viaggi a lungo termine nel modo che preferisci. La combinazione di queste tre modalità sarebbe una scelta migliore.
  • ✅【Accessori di alta qualità】 Le bicicletta uomo mountain bike ​sono inoltre dotate di sedili regolabili, pneumatici antiscivolo e resistenti all'usura, fari e clacson adattivi a LED luminosi, che possono essere utilizzati per la guida notturna
  • ✅【Mountain Bike intelligente】 mtb bici. Motore ad alta velocità da 48 V, potenza elevata. Imposta il display a LED per mostrare lo stato della batteria, la velocità, ecc.

Tipi di bici elettrica acquistabili

Le bici elettriche si suddividono in diverse tipologie a seconda della morfologia, proprio come avviene nel caso di una bici tradizionale. In commercio è possibile acquistare tre categorie di biciclette elettriche differenti, vediamo di seguito di quali si tratta.

  • City bike: si tratta della tipologia più classica e comune, caratterizzata da un numero limitato di portapacchi, parafanghi e rapporti, nonché da ruote più sottili.
  • Mountain bike: questa tipologia è solitamente più sportiva dell’altra e presenta ruote molto più grandi e dentate, nonché una maggiore propensione per la guida in strade non asfaltate e naturali.
  • Bici pieghevole: si tratta della tipologia più economica e leggera, dalle ruote piccole, dai pochi rapporti e facilmente richiudibile. In tal senso è dunque facilmente trasportabile e si adatta a coloro che la utilizzano per tratti brevi e desiderano portarla con sé sui mezzi pubblici.

Potenza del motore

Ciò che non è stato ancora detto è che a causa delle normative europee di sicurezza non è possibile realizzare o montare su una bicicletta elettrica un motore dalla potenza superiore ai 250 W, ma allo stesso tempo utilizzarne uno nettamente inferiore non è conveniente. La potenza del motore di una bici elettrica è correlata al voltaggio della batteria.

La particolarità del motore di questo veicolo risiede nell’arrestarsi in automatico al superamento dei 25 km/h, senza però spegnersi del tutto: esso diminuirà la velocità gradualmente e la pedalata assistita non sarà attiva fino a quando la velocità corrente non scende al di sotto dei 25 km/h.

Tipologie di motore

I motori che caratterizzano la bici elettrica sono di norma suddivisi in diverse categorie, sia per la tipologia che per il posizionamento degli stessi sul veicolo.

  • Motori brushed: si tratta di motori alimentati da corrente alternata, solitamente più rumorosi, ingombranti e poco performanti.
  • Motori brushless: si tratta di motori alimentati da corrente continua, solitamente molto più silenziosi, leggeri e performanti.

Il motore può essere installato sulla parte anteriore, su quella posteriore o centralmente. Analizziamone di seguito le differenze.

  • Motore anteriore: questa tipologia di motore è situata sul mozzo della ruota anteriore ed è particolarmente apprezzato poiché non intralcia né i pedali né la catena. Tuttavia nella maggior parte dei casi l’equilibrio della bici è instabile, in quanto il peso non è distribuito in maniera uniforme; ciò provoca una serie di svantaggi in caso di pioggia, sentieri ripidi e scivolosi.
  • Motore posteriore: questa tipologia di motore è posizionata sul mozzo della ruota posteriore e non causa alcuno squilibrio riguardo l’errata distribuzione dei pesi. Tuttavia il motore posteriore risulta essere più complesso da montare.
  • Motore centrale: si tratta di una tipologia di motore situata sulla parte centrale della bici che non causa alcun tipo di squilibrio e non è affatto complessa da installare, a patto che non venga integrato in seguito all’acquisto. Se si desidera dunque trasformare la propria bicicletta standard in una elettrica non sarà possibile farlo posizionando il motore centralmente.